StrasburgoIn visita al Parlamento Europeo

Tre giorni alla scoperta del Parlamento Europeo per il "Pizzini- Pisani" -  Video  - Foto 

Giorno 8 dicembre 2019 ore 9.30: aeroporto di Lamezia Terme .
9 studenti del nostro istituto: Albano Alessia, Cirillo Vincenzo, De Luca Sabrina,Fedele Antonio, Martello Panno Maria Rita,Straface Samuele, Tempo Alessandra, Valerio Cristian, Viola Francesca e due docenti accompagnatori, prof.sse Imperato Teresa e Sansostri Maria Caterina sono in attesa dell'aereo che li porterà a Bruxelles.
Meta: Il Parlamento Europeo. Tutti sono carichi di entusiasmo ed aspettative: si va a visitare il Parlamento transazionale più grande al mondo!
Alle 13.15 si atterra all'aeroporto Charleroi di Bruxelles in una fredda ed uggiosa giornata, tipica del clima belga: prima aspettativa rispettata!
Veniamo accolti dai collaboratori dell'on. Laura Ferrara, ideatrice del bando "La scuola entra nel Parlamento europeo" destinato ogni anno a 5 scuole calabresi con l'intento di accorciare la distanza Calabria- Bruxelles; Giovani- Istituzioni Europee.
Da quel momento veniamo avvolti da un turbinìo di emozioni e rivelazioni , alla scoperta di realtà uniche: la sede del Parlamento Europeo, il cuore della democrazia europea, con il suo emiciclo dove i 751 deputati ( 73 italiani), riuniti in seduta plenaria, hanno modo di far sentire la propria voce nell'U. E. .
Spiccano fiere le 28 bandiere degli stati membri che fungono da cornice raggiante agli scanni dove siede il Presidente , l'italiano Davide Sassoli, ed il suo staff.
Ci immergiamo poi nella storia della nascita dell'U.E. con la visita alla "House of Europe", carica di testimonianze e documenti che ripercorrono doviziosamente il cammino dell'integrazione.
Con i "Giochi di ruolo", sperimentati nel "Parlamentarium", viviamo in diretta l'importante lavoro del Parlamentare europeo e il suo "modus operandi", contribuendo alla presentazione ed approvazione di due direttive comunitarie.
Insomma esperienza esaltante e piena di valenza formativa quella che andiamo vivendo, che si arricchisce di momenti distensivi come la visita della "Grand Place", il cuore del centro storico di Bruxelles, orgoglio dell'architettura fiamminga nonchè patrimonio UNESCO, in questo periodo resa ancora più bella dai giochi di luce e suoni che si proiettano ogni mezz'ora con ritmo incalzante sulle meravigliose costruzioni gotiche, barocche e rinascimentali che la circondano.
E che dire, infine, di Bruges, la città più romantica delle Fiandre ed ultima tappa di questo viaggio... ?
Semplicemente magica, con l'atmosfera fiabesca delle sue stradine ciottolate, l'odore dolce della cioccolata, le Meraviglie medievali ad ogni angolo, in attesa di essere scoperte dai visitatori che camminano con il naso all'insù per ammirare l'imponenza della Torre Campanaria ....
A questo punto per il gruppo arriva con rammarico il momento della partenza...Ci ritroviamo di nuovo all'aeroporto, ma questa volta per ritornare alle proprie case.
L'aereo arriva inesorabile e ognuno di noi sale a bordo con un pizzico di malinconia perché prende coscienza della conclusione di questa esperienza che, se pur frenetica, è stata semplicemente unica, forse non azzardato dire irripetibile.

 

Video Parlamento EU

 

 

IMG-20191210-WA0007

Articolo su ANSA.it

Leggi anche articolo su FB di L Ferrara